Maggio, 2022

05Maggio15:3022:00Spazio Polline Villapizzone 5 maggio15:30 - 22:00 Nel mio fuso orarioMezzanino della Stazione di Villapizzone, Villapizzone Railway Station, Milano Organizzatore: Artepassante Categoria:cultura, istruzione, ricercaTipologia:laboratorio, workshop,performance artistica, teatrale, musicale, cinematografica

Dettaglio evento

Programma del 5 maggio

15.30 – 18.00 Libera pittura
Pensieri, immagini ed esercizi di pittura collettiva: laboratorio aperto a tutti gli appassionati di ogni età a cura del Maestro Renato Galbusera. Supporto tecnico e materiali di Liquitex.
20.30 Baccanti da Euripide
Piccola Accademia di Cascina Biblioteca e La Confraternita del Chianti

Libera pittura
Pensieri, immagini ed esercizi di pittura collettiva: laboratorio aperto a tutti gli appassionati di ogni età a cura del Maestro Renato GalbuseraSupporto tecnico e materiali di Liquitex e Lefranc & Bourgeois.
Renato Galbusera é nato a Milano nel 1950, si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera dove è stato a lungo titolare della Cattedra di Pittura. Partecipa a numerose mostre collettive e personali in Italia e all’estero, affiancando l’attività di curatore a quella di artista e docente. 

Baccanti da Euripide 
Piccola Accademia di Cascina Biblioteca e La Confraternita del Chianti. Drammaturgia e regia Chiara Boscaro e Marco Di Stefano. Con: Manuela Audisio, Antonio Bettuelli, Marco Colzani, Daniele Cracolici, Martina De Vecchi, Nicola Fadda, Marina Ladduca, Luca Longhi, Simone Martellotti, Tiziano Melles, Andrea Orfei Garibaldi, Alice Pavan, Serena Rubino.
Baccanti è la prima collaborazione tra la Confraternita del Chianti e la Piccola Accademia di Cascina Biblioteca.
Nasce dall’esigenza, dopo i mesi di lockdown e isolamento, di lavorare sulla danza, sulla fisicità, sulla liberazione del corpo. Lo spettacolo non ha uno svolgimento naturalistico, ma utilizza la trama della tragedia per costruire un racconto corale dove gli interpreti agiscono come un gruppo unico dal quale via via si staccano i vari attori per interpretare i personaggi. Il lavoro con gli interpreti ha cercato di approfondire aspetti quali la danza e il canto per costruire uno spettacolo che unisse carnalità ed elementi tribali al lavoro sul testo.
La Piccola Accademia si occupa di dare luce a progetti artistici con persone con disabilità, lo spettacolo è interamente realizzato da persone con disabilità e dai loro operatori.

Nelle giornate di SPAZIO POLLINE PER CIVIL WEEK giovani artisti si esibiranno in performance di live painting all’interno della Stazione di Villapizzone con la supervisione e coordinamento del Prof. Renato Galbusera e del Prof. Artista Lorenzo Taini.

Il Progetto Polline-MiLiberiSe trova la sua genesi nel lavoro, nelle competenze e nelle esperienze maturate negli anni di attività dalle realtà che si attiveranno per la sua realizzazione, negli ambiti di arte, cultura, spettacolo, didattica e sociale. Al centro del progetto, la Casa del Teatro Sociale e la costruzione di un percorso di formazione teatrale, che si avvarrà di esperienze e percorsi formativi che hanno trovato riscontri positivi negli ultimi anni. Esperienze che si sono avviate e realizzate con la partecipazione, il contributo e le competenze delle seguenti realtà: 

Le Belle Arti APS – Progetto Artepassante (Capofila del Progetto), il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale-Università Milano Bicocca, le Carceri di Opera, San Vittore, Bollate e l’Istituto per minorenni C. Beccaria, l’Accademia di Belle Arti di Brera. Il Progetto Polline-MiLiberiSe non è e non vuole essere solamente un laboratorio teatrale, ma uno spazio estremamente articolato.  

Gli obiettivi principali che il progetto si pone sono: 

  • trasformazione e riqualificazione di uno spazio importante, ma in disuso, all’interno della stazione ferroviaria di Villapizzone del Passante Ferroviario di Milano 
  • interazione con il territorio circostante per contribuire alla riqualificazione di quest’area urbana
  • radicamento sul territorio e ampliamento dell’offerta, per raggiungere nel tempo una salda sostenibilità economica
  • coinvolgimento delle popolazioni marginali e fragili, Romaní, carcerarie (adulte e minorenni), studentesche (media superiore e università), migranti e delle periferie con le seguenti parole d’ordine: integrazione, recupero e partecipazione
  • realizzazione, con le attività del progetto, di un’inclusione sociale e di un meticciato culturale, attraverso la creazione di attività che vedranno la partecipazione di gruppi misti di popolazioni
  • creazione nello spazio prescelto di un hub sociale, multidisciplinare e condiviso
  • offrire ai soggetti convolti opportunità professionali, culturali e didattiche
  • combattere la dispersione scolastica
  • fare di questo progetto un prototipo da “esportare” in altre aree urbane periferiche.

Parte integrante del progetto sarà la realizzazione di una serie di Atelier 

  • atelier di scenografia (maschere e costumi teatrali): costruzione di percorsi formativi per la realizzazione di maschere e costumi teatrali, in sinergia con le attività teatrali
  • atelier di serigrafia e di sfondi per gli spettacoli: costruzione di percorsi formativi per la realizzazione delle scenografie teatrali (figurativo)
  • atelier di tecniche delle Arti Visive (disegno, pittura, arti performative): costruzione di un percorso di formazione di arti visive. La formazione si sviluppa anche attraverso momenti di partecipazione all’attività di giovani artisti e allievi dell’Accademia di Brera che presentano e svolgono pubblicamente la propria ricerca nell’ambito di “residenze” della durata di più settimane
  • atelier della musica: costruzione di un percorso di formazione musicale e nascita dell’Orchestra di Villapizzone, sinergie con le attività teatrali per la realizzazione di spettacoli che uniscono la musica suonata alla parola recitata, conservazione e valorizzazione delle matrici culturali di ogni giovane musicista e della propria comunità
  • atelier della Didattica-educativa: spazio di supporto all’utenza degli altri Atelier e più in generale ai soggetti marginali e fragili del territorio. Il suo obiettivo è quello di contrastare le disuguaglianze socioculturali e formative sul territorio, prevenire abbandono e dispersione scolastica, potenziare le competenze didattiche. Attività che troveranno sponda e condivisione con le scuole del territorio. 

In occasione della Civil Week 2022 lo spazio del progetto sarà aperto alla città con un ricco programma di laboratori, spettacoli, attività per bambini, giovani e adulti.

Per conoscere l’intero cartellone delle iniziative (titoli, orari, contenuti) vedi il sito www.artepassante.it 

È necessaria la registrazione per partecipare solo se saranno in vigore le attuali normative anti – Covid scriven

Il palinsesto di tutti gli eventi potrete trovarlo su  www.artepassante.it  

È necessaria la registrazione per partecipare solo se saranno in vigore le attuali normative anti – Covid scrivendo a eventi.lebellearti@gmail.com 

Leggi di più

Quando

(Giovedì) 15:30 - 22:00 Nel mio fuso orario

Luogo

Mezzanino della Stazione di Villapizzone

Villapizzone Railway Station, Milano

Condividi l'evento sui social

X